Sp. Pietrelcina-Vis Capua 4-1: Manco la risolve con una tripletta

V. Manco, Sp. Pietrelcina
V. Manco, Sp. Pietrelcina

Lo Sporting Pietrelcina supera al "Comunale" la Vis Capua, fanalino di coda, per 4-1 dopo, però, aver dovuto recuperare l'iniziale vantaggio ospite.

Al 22' il Capua passa in vantaggio con un gol di rapina di Piscitelli che, dopo aver raccolto una respinta di Minichiello, metteva in gol tutto solo. Lo Sporting cerca subito di rimediare ma le conclusioni di Manco da calcio piazzato, di Brogna e Maccauro non sono vincenti. Nel finale di primo tempo c'è anche una traversa colpita per gli ospiti da Federico con Minichiello che opera un mezzo miracolo ed la palla che va, appunto, a sbattere sul montante.

Strigliata di mister Catullo negli spogliatoi e ripresa tutta di marca azzurra, o meglio bianco azzurra visto che ieri lo Sporting Pietrelcina presentava la prima maglia personalizzata della sua storia con l'aquilotto inciso sui fianchi, banda azzurra trasversale e marchiata "Tenuta Fontana".

I padroni di casa impiegano solo 3' per pervenire al pareggio: Manco raccoglie un assist di capitan Maccauro, si gira e fulmina il portiere ospite. Il Capua accusa il colpo e, nonostante passino altri 17', capitola a causa del primo gol in campionato di Brogna che raccoglie l'assist di Pepe e di prima mette in rete per il 2-1. Al 24' ancora Sporting vicino al gol e sempre con Manco che va alla conclusione ma Del Bene compie una grande parata. Ancora Del Bene salva la propria porta prima su Maccauro, su assist di un Fuccillo finalmente sulla via del recupero, e poi su gran tiro di Pepe. La rete arriva al 31': ancora Manco, questa volta di testa, beffa il portiere per 3-1. Al 35' Fuccillo, ispirato dal nuovo numero di maglia (il 24 n.d.r.), va al tiro su punizione con palla di poco fuori. Arriva anche il 4-1 ed è sempre Manco che raccoglie un altro assist di Pepe e sigla la sua sesta rete in quattro gare da quando è allo Sporting Pietrelcina. 

Al fischio finale, dunque, il punteggio è di 4-1 per lo Sporting Pietrelcina che ora pensa già al prossimo impegno casalingo contro la Juventina Circello.

Maurizio Morante