Mondragone. Del Prete: "Squadra giovane ma con le giuste motivazioni"

Il pres. Del Prete, Mondragone
Il pres. Del Prete, Mondragone

Un Mondragone che diverte e fa sognare. I giovani leoni domiziani incarnano alla perfezione l’ideologia tattica di mister Carannante: una squadra arcigna, mai doma ma decisamente famelica. Nessun punto di riferimento in campo, un collettivo che cresce a vista d’occhio. Vedere i vari Lepre, Colella e Cirillo è un piacere assoluto in un progetto di crescita di tutti i giovani. Federico e Ischero, recentemente convocati in Rappresentativa, premiano il lavoro oscuro della premiata ditta Carannante-Somma che da anni ha l’occhio lungo sulla crescita e valorizzazione dei giovani. Dove può arrivare questo Mondragone non si sa ma una cosa è certa: onore e merito a tutto un gruppo che sa il fatto suo.

La voglia è quella di centrare la salvezza tranquilla quanto prima per poi continuare a divertirsi. Il presidente Fabio Del Prete elogia tutto il gruppo: "Abbiamo giocato nella prima frazione di gioco senza alcuna difficoltà. Il risultato lo abbiamo arrotondato nel finale con Lauropoli e Parente D. La nostra è una squadra giovane, che combatte. Non ci sono nomi di prestigio ma siamo sempre motivati secondo le direttive del mister Carannante e del suo prezioso vice Somma. Nel prossimo turno andremo a Pimonte altro scontro salvezza. Non sottovalutiamo gli avversari. Scenderemo in campo da Mondragone come sempre. Sul mercato a breve annunceremo un under in attacco. Complimenti doverosi a Federico e Ischero, due giovani talenti classe 2000, per la recente convocazione della Rappresentativa Juniores".

UFFICIO STAMPA ASD MONDRAGONE

La Redazione