Calciomercato LIVE

La Virtus Gioiese espugna Dugenta e si arrampica al secondo posto

La festa della Virtus Gioiese
La festa della Virtus Gioiese

La Virtus Gioiese torna a mietere vittime, espugnando il comunale di Dugenta, attualmente casa dell’Alba Sant’Agata de Goti per 2-0, grazie ad una performance monstre di tutta la squadra.

La Virtus parte fortissima, mostrando una precisione solo lontana parente di quella vista contro il Real San Tammaro, dove mancarono troppo l’ultimo passaggio e la conclusione a rete. Il risultato si sblocca al ventesimo, quando Giuseppe Cembalo dribbla due avversari, entra in area e spiazza il portiere avversario, trovando l’1-0. La prima frazione scorre con piena gestione degli ospiti, che in chiusura sfiorano il raddoppio, con Raffaele Di Meola che centra il palo.

La seconda frazione vede la reazione dei locali, alla ricerca del pareggio, ma la difesa gioiese, guidata da un maestoso Domenico Riccio, è attentissima, rispondendo a tutti gli attacchi albesi. Al decimo arriva la mossa che indirizza la gara, con Mister Ferrucci che richiama in panchina il neo acquisto Federico Barile per Maurizio Cioffi, e bastano solo cinque giri di lancetta a quest’ultimo per trovare la rete del 2-0. Da qui in avanti la gara si riscalda, con la Virtus che riesce comunque a mantenere la calma ed un Elia Reveglia pronto a respingere ogni attacco avversario. A mettere la fine sul match ci pensano i padroni di casa, che restano in 9. Prima arriva l’espulsione del proprio portiere che stoppa un pallonetto con le mani fuori area; i cambi sono terminati ed in porta va un compagno di squadre, vestendo i panni del portiere per pochi minuti, prima di essere espulso a suo volte per proteste. Finisce 2-0 per la Virtus, che approfitta del passo falso del Cerreto per salire al secondo posto (proprio assieme ai ragazzi di mister Suppa), a soli due punti dal Santa Maria a Vico, fermato anch’esso sul campo del San Salvatore sul 2-2.

A fine gara arrivano le parole del Direttore Sportivo Vincenzo Riccio, che non nasconde la propria gioia: “C'è soddisfazione, perché oltre a vedere una squadra viva, c'è soprattutto un grandissimo gruppo. I ragazzi si aiutano a vicenda, lottano su ogni pallone, non si fermano dinanzi a niente! È una squadra completamente diversa da quella vista nelle prime due partite di campionato”.

Giuseppe Borrelli