Il Marcianise ha un piede in semifinale: Vitulazio battuto 3-1

B. Izzo e A. Parente, Marcianise
B. Izzo e A. Parente, Marcianise

Per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia Promozione si scontrano al “Progreditur” di Marcianise i padroni di casa dell’US e il Vitulazio.

Queste due compagini si sono già incontrate in campionato sempre allo stadio marcianisano e il match termino’ con la vittoria 3 a 2 per gli uomini allenati da Angelo Valerio. Nella partita odierna, il Marcianise gioca col modulo collaudato 4-3-3 e deve fare a meno di Pietro Famiano infortunato, Pasquale Allegretta squalificato e Raffaele Portente assente per motivi di lavoro. Il nuovo acquisto Armando Guglielmo in tribuna. Nell’undici iniziale spazio ai giovani Pasquale Letizia affianco al capitano Davide Iovinella e Nicola Gallo, schierato a centrocampo con Domenico Pingue e Giuliano Delli Paoli. Per i due giovani ottima prova, vogliosi di dimostrare al mister e a tutti che in caso di necessità si puo’ contare su di loro. Il centrocampista Nicola Maietta, che nelle ultime due gare è stato utilizzato terzino destro, viene spostato a sinistra sempre come terzino.

Nella prima frazione di gioco, il Marcianise è padrone del campo e il portiere Vincenzo Mormile viene chiamato in causa di rado. Dopo il primo quarto d’ora di studio, al 22° minuto gli uomini del Presidente Gallo passano in vantaggio con il bomber Angelo Parente: preciso lancio di Benito Izzo, oggi con la numero 10 per l’assenza di Famiano, e Parente in velocità brucia Masturzo e insacca con un preciso tiro che non lascia scampo a Veneziano, estremo difensore del Vitulazio. Subito dopo però sempre Parente compie un’azione alla Ronaldo il Fenomeno, che se si fosse concretizzata sarebbe entrata di diritto fra le più belle viste su un campo di Promozione: scarta quattro avversari e, arrivato a tu per tu con il portiere, anziché calciare verso la porta, tenta di dribblare anche il portiere ma non ci riesce. Il primo tempo termina con il vantaggio dei locali che però forse avrebbero meritato qualcosina in più.

La ripresa inizia con gli stessi calciatori da una parte e dall’altra ma il Vitulazio entra in campo con un altro atteggiamento, desideroso di pareggiare. Dopo 10 minuti Angelo Valerio sostituisce Gallo con Vertuccio e avanza Letizia a centrocampo. Poco dopo il Vitulazio pareggia meritatamente con il numero 10 Trematerra che con una bella conclusione trafigge l’incolpevole Mormile. Dura solo un quarto d’ora il pareggio. Da questo momento in poi sale in cattedra Benito Izzo che in tre minuti segna una doppietta e porta i suoi sul 3-1. Prima segna un calcio di rigore, assegnato dall’arbitro per un tocco di mano in area di rigore, con freddezza, e poi sigla il terzo goal marcianisano da fuoriclasse vero inserendosi fra due maglie ospiti e beffando il portiere con un tocco di finezza.Subito dopo il 3-1 potrebbe accorciare le distanze il Vitulazio con il numero 15 Capone ma si oppone alla grande Mormile, mentre poco dopo Pingue prima e Parente dopo hanno la palla del 4-1 ma non riescono a segnare. Sul finale pericoloso ancora l’Us Marcianise con Nicola Maietta che colpisce la traversa con un potente sinistro.

Fra quindici giorni il ritorno a Vitulazio.

PAOLO NEGRO

UFFICIO STAMPA US MARCIANISE

La Redazione

Leggi altre notizie:MARCIANISE VITULAZIO CALCIO