La Real Parete cala il "poker": la Juve Sammaritana è battuta per 4-1

Le due dirigenze insieme prima del match
Le due dirigenze insieme prima del match

Il Real Parete ha ingranato la sesta e ormai non si ferma più: al ‘Don Basco’ la squadra del presidente Pezone e del direttore generale Orabona rifila un perentorio poker alla quotata Juve Sammaritana, portando a 3 la striscia di risultati utili consecutivi. Una partita maschia e di grande determinazione per i ragazzi di mister Cuciniello e del preparatore atletico Carpiniello che hanno letteralmente dominato il match. Una gara caratterizzata anche da due infortuni per la formazione ospite: la società paretana fa il più grande in bocca al lupo ai giocatori Amoruso e Romeo, per una immediata guarigione affinché possano tornare subito in campo.

Davanti ad una cornice di pubblico importante il Real Parete ha battuto 4-1 la Juve Sammaritana grazie alla doppietta di Mottola e alle reti degli altri due attaccanti, Pezzella e Bonaparte. La gara si sarebbe potuta sbloccare dopo appena 5 giri di lancette ma di testa Pezone, da solo, non riesce a dare forza al pallone permettendo un intervento tranquillo al portiere avversarie Fraschini. Ma la gara si sblocca al 10’: la caparbietà di Pezzella viene premiata, perché l’attaccante prima recupera palla sulla trequarti e poi si lancia verso lo specchio della porta, supera l’estremo difensore e gonfia la rete per un meritato 1-0, tra la gioia dei presenti allo stadio e di tutti i componenti della panchina. Al 22’ la prima sostituzione: fuori per infortunio Amoruso, dentro Merola. Passano appena 8 minuti e il Real Parete raddoppio: cross perfetto da calcio d’angolo di Buonanno per la testa di Mottola che ‘incorna’ alla grande e sigla un micidiale 2-0. Una botta anche per Tambaro del Parete che lascia spazio in campo ad Esposito, al 35’. Proprio allo scadere della prima frazione Romeo ci prova dalla lunga distanza con un bel tiro ma la sua conclusione è anche sfortunata, e si spegne all’incrocio dei pali.

Nella ripresa subito una azione magistrale del Real Parete: tutti tocchi di prima e palla che finisce sui piedi di Bonaparte, conclusione quasi perfetta che supera anche il portiere, ma la sfera si stampa sulla traversa e torna in campo. Mani tra i capelli per il numero 20 paretano. Il bomber del Real Parete però si rifà più tardi, trovando quella fortuna mancata poco prima: il portiere Fraschini in uscita prova un rilancio, ma la sfera colpisce la schiena di Bonaparte e torna verso la porta ‘appoggiandosi’ in rete per un 3-0 rocambolesco che premia però i sacrifici fatti fin lì da tutta la squadra. Entrano anche Obeng e De Masi. Al minuto 80 Mottola (servito con un assist al bacio di Obeng) chiude i conti: supera il portiere in uscita con uno splendido tocco sotto che regala un magnifico poker. Poco prima l’episodio dell’infortunio di Romeo, sostituito da Busico. Entra anche Arbolino e poi c’è da registrare, in pieno recupero, il cross che finisce in rete di Di Benedetto che chiude il match 4-1.

ASD REAL PARETE: Villano, Coscione, Buonanno, D’Andrea F, Diana, Pezone (dal 30’ st De Masi), Tambaro (dal 35’ pt Esposito), Pellegrino, Pezzella (12’ Obeng), Mottola (dal 38’ st Arbolino), Bonaparte (dal 36’ st Iavarone). A disp. Boccia, D’Andrea C, Tamburrino. All. Cuciniello. Prepatore atletico: Paolo Carpiniello

JUVE SAMMARITANA: Fraschini, Iodice N, Cairo (dal 15’ st Di Benedetto), Iodice G, Scarano, Natale, Romeo (dal 25’ st Busico), Argenziano, Bovienzo, Pascarella, Amoruso (22’ pt Merola).  A disp.: De Luca, Pinto, Romano. All. Fusco

MARCATORI: 10’ pt Pezzella (P), 30’ pt e 35’ st Mottola (P), 10’ st Bonaparte (P), 48’ st Di Benedetto (JS)

La Redazione