Il Gladiator festeggia i 95 anni con un 2-0 casalingo alla Flegrea

Il Gladiator e i pres. Aveta e De Felice
Il Gladiator e i pres. Aveta e De Felice

Il Gladiator festeggia nel migliore dei modi il novantacinquesimo compleanno. Allo stadio “Mario Piccirillo” i neroazzurri dei presidenti Mattia Aveta e Giacomo De Felice sconfiggono Flegrea con un secco 2-0, grazie ad una prestazione convincente e cinica. Riscatto immediato per i ragazzi di Giovanni Sannazzaro dopo la sconfitta col Giugliano. Tre punti pesanti che permettono alla compagine sammaritana di salire a quota 51 punti, accorciando a 4 lunghezze il distacco dall’Afragolese terza ed allungando sull’Afro Napoli e sul Casoria. La vittoria viene dedicata a Nicola Celio che subisce un duro infortunio nei primi minuti e l’intera società spera che non sia nulla di grave, così che il centrocampista possa tornare presto a dare una mano nel rush finale

PRIMO TEMPO. Nemmeno il tempo di cominciare ed il Gladiator è costretto subito ad effettuare la prima sostituzione. All’8 Celio abbandona il terreno di gioco in barella per un infortunio subito dopo uno scontro con un avversario: al suo posto entra Scielzo. Già domani il centrocampista sammaritano eseguirà gli esami di rito per verificare l’entità dell’infortunio. I ritmi del match sono molto bassi e le due squadre tendono a giocare a centrocampo, anche se la Flegrea si lascia preferire per le buone trame di gioco. Sono infatti gli ospiti a costruire una doppia occasione al 22’. Grimaldi approfitta di un rilancio mancato di Lombardi, anticipa Merola e con un colpo di testa indirizza la palla in porta, è bravissimo però lo stesso promettente Lombardi a salvare sulla linea e a spedire in angolo. Sul corner seguente Punziano anticipa tutti e di testa sfiora il palo. La risposta del Gladiator non è immediata, ma al primo affondo concreto al 34’ i neroazzurri si portano in vantaggio. Lombardi effettua un traversone perfetto per la testa di Di Paola, l’attaccante con uno stacco imperioso gonfia la rete portando il Gladiator in vantaggio e realizzando la sua dodicesima rete in campionato. La reazione dei napoletani arriva cinque minuti più tardi con Grimaldi che colpisce il pallone di testa da corner, ma la sua conclusione è facilmente bloccata da Merola (39’). Gli ospiti sono più propositivi sul finale di tempo con Pastore che calcia dal limite dell’area ma la mira è sbagliata. Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-0.

SECONDO TEMPO. La ripresa è decisamente più vivace e fin dalle prime battute le due squadre si danno battaglia. Al 48’ De Rosa calcia da fuori ma Ciccarelli blocca in due tempi. Al 52’ sale sugli scudi Merola che comincia una vera e propria sfida personale con Il neo entrato per la Flegrea, Luciganano. L’attaccante si ritrova smarcato in area e calcia solo davanti al portiere ma il riflesso di Merola evita il pareggio. Passano appena due minuti ed è ancora il super portiere neroazzurro a meritare gli applausi. Pastore da fuori area riceve palla e calcia a botta sicura, Merola con un balzo felino sulla sua destra evita il gol. Il Gladiator soffre e riparte rendendosi pericoloso. Al 62’ dal corner battuto da Di Paola è imperioso lo stacco di testa di Manzi ma è altrettanto strepitosa la risposta di Ciccarelli che devia in angolo. Il raddoppio è solo rimandato di tre minuti. Liccardi viene steso in area di rigore da Iannuzzi e l’arbitro decreta il penalty. Alla battuta va lo stesso Liccardi che spiazza Ciccarelli e sigla il 2-0, realizzando la sua ottava marcatura in questo campionato. Dopo il raddoppio, la gara vive una fase di studio e le due squadre rifiatano. Nel finale la Flegrea tenta di riaprire il match con Lucignano che al 79’ da solo in area calcia all’angolino ma Merola compie un altro miracolo mantenendo la porta inviolata. Pazzesca la prestazione dell’estremo difensore neroazzurro che ha compiuto interventi eccellenti. A dieci minuti dal termine Di Paola esce tra gli applausi di tutto lo stadio e viene rimpiazzato da Viglietti, c’è spazio anche per i giovani Andreozzi e Montano. Al triplice fischio festa grande per il Gladiator che vince 2-0 e celebra al meglio il novantacinquesimo compleanno.

Tabellino: GLADIATOR-FLEGREA = 2-0 (parziali: 1-0; 1-0)

GLADIATOR: Merola, Landolfo, Lombardi (66’ Andreozzi), Celio (8’ Scielzo), Caccia, Manzi, Di Paola (80’ Viglietti), Saccavino (84’ Montano), De Rosa, Pesce, Liccardi. In panchina: De Lucia, Ioio, Esposito, Fusco, Romagnoli. Allenatore: Giovanni Sannazzaro

FLEGREA: Ciccarelli, Di Maio, Del Grande (80’ Duca), Costagliola (74’ Massaro), Punziano, Iannuzzi, Romano (50’ Lucignano), Di Napoli, Pastore, Moccia, Grimaldi (72’ Petrone). In panchina: Schiano, Di Meo, Salierno, Trotta, Palma. Allenatore: Michele Califano

RETI: 34’ Di Paola (G), 65’ Liccardi su rig. (G)

ARBITRO: Michele Criscuolo di Torre Annunziata (Assistenti: Angelo Angelino di Nola e Donato Avena di Battipaglia)

NOTE: Ammoniti: De Rosa, Saccavino (G); Romano (F). Angoli: 5-5. Fuorigioco: 2-3. Recupero: 2 nel primo tempo; 4 nel secondo tempo. Spettatori: 400

AREA COMUNICAZIONE & UFFICIO STAMPA

A.S.D. GLADIATOR 1924

La Redazione

Leggi altre notizie:GLADIATOR FLEGREA