Carinola: "Accettiamo multa e porte chiuse ma non siamo razzisti" - I AM CALCIO CASERTA

Carinola: "Accettiamo multa e porte chiuse ma non siamo razzisti"

Carinola
Carinola
CasertaPrima Categoria Girone A

Come riportato dal C.U. n. 46 del 5 dicembre, il Carinola, in seguito alla gara di Coppa vinta contro il Real Parete per 4-2, è stato multato di 100 euro e condannato a disputare una gara a porte chiuse perché "Proprio sostenitore ingiuriava in maniera estremamente grave con epiteti razzisti un calciatore avversario".

La società casertana ha affidato ai nostri microfoni la replica a tale sanzione per bocca del D.g. Walter Caputo:

"Voglio precisare che le mie parole sono volte a tutelare l'immagine del Carinola, di Carinola e di tutti i carinolese e non dette solo perché abbiamo preso una multa e giocheremo un match a porte chiuse. Ci tengo anzitutto a dire che si è trattato di un episodio singolo che ha visto protagonista un calciatore avversario ed un tifoso sugli spalti che ha reagito in maniera ovviamente scomposta ed errata ad un gesto del giocatore del Real Parete.

Non posso tollerare che il Carinola ed i propri tifosi vengano tacciati di razzismo quando abbiamo in squadra due calciatori di colore dei quali uno, Seck, è da oltre 10 anni con noi. Fummo tra i primi club a tesserare un extracomunitario. Il nostro pubblico rifugge da qualsiasi atteggiamento razzista.

Accettiamo di buon grado multa e gara a porte chiuse ma non possiamo accettare di essere "marchiati" come club e tifoseria razzista perché si tratterebbe una enorme falsità: per noi il calcio è un mezzo di aggregazione e non di divisione".

Maurizio Morante

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche