Promo A. Sp. Pietrelcina protagonista, casertane all'inseguimento e... - I AM CALCIO CASERTA

Promo A. Sp. Pietrelcina protagonista, casertane all'inseguimento e...

Lo Sporting Pietrelcina
Lo Sporting Pietrelcina
BeneventoPromozione Girone A

Il girone A di Promozione si è dimostrato, ancora una volta, tra i più affascinanti del panorama regionale: la classifica corta, sia per le posizioni di vertice che per quelle relative alla lotta per non retrocedere, ne è la testimonianza più attendibile.

In vetta alla classifica c'è lo Sporting Pietrelcina di mister Catullo: la società del presidente Maioli è in serie positiva dallo scorso 31 ottobre; da allora ha inanellato ben 7 vittorie ed un pareggio nelle 8 partite disputate subendo un solo gol nel pari esterno per 1-1 sul campo del Vitulano. I biancoazzurri hanno in Alessio Fusco il miglior marcatore con 6 centri all'attivo e vantano la seconda miglior difesa di tutti e cinque i gironi di Promozione: meglio dei sanniti, che hanno subito solo 4 reti nelle 14 partite fino ad ora disputate, ha fatto solo il Quartograd che di reti ne ha incassate 3 ma con in 13 partite.

Al secondo posto troviamo il Villa Literno che dista due punti dallo Sporting Pietrelcina e che era stato in vetta fino alla 12a giornata: a costare caro ai biancorossi sono stati i due stop contro F.C. Lusciano (sconfitta in trasferta per 2-0) e Boys Caivanese (pareggio esterno per 1-1). Nel frattempo sulla panchina liternese c'è stato l'avvicendamento tra mister Formicola, dimessosi, e mister Di Pasquale che guiderà i casertani per la seconda parte di stagione.

Molto accesa è anche la lotta per le posizioni che garantiranno un posto nei play-off. Al terzo posto, con 27 punti, c'è la Sessana del capocannoniere Marraffino: i gialloblù vantano, oltre al "Re del gol" del girone, anche il miglior attacco in assoluto del raggruppamento con 37 reti all'attivo. Tre punti più in basso troviamo la coppia formata da Cellole e Polisportiva Puglianello. Entrambe le formazioni sono accreditate di un gioco spumeggiante ed entrambe reclamano un credito verso la buona sorte: i ragazzi del presidente Freda sono stati vittime di decisioni arbitrali discutibili; quelli del presidente Panaro, invece, sono stati falcidiati dagli infortuni che li hanno privati, specie ad inizio stagione, di alcuni elementi chiave dello scacchiere tattico di mister Di Gaetano.

Appena fuori dalla zona play-off, con 22 punti, c'è la Boys Caivanese: la compagine napoletana si conferma come una tra le più ostiche del girone e può vantare un ruolino che la vede imbattuta nelle ultime sette partite nelle quali ha totalizzato 4 vittorie e tre pareggi. A 20 punti troviamo l'F.C. Lusciano, compagine dalla rosa solida alla quale manca solo un pizzico di maggior continuità per poter essere annoverata a pieno titolo tra le pretendenti ai play-off e togliersi definitivamente dalla lotta per non cadere nel baratro dei play-out.

Il Castel Volturno, che ha operato diversi cambi nella compagine dirigenziale e anche nella rosa a disposizione di mister Cottuno, anche egli subentrato a stagione in corso, ha 18 punti, uno in più rispetto alla "zona rossa". Gli obiettivi della società restano ambiziosi e si tenterà comunque di raggiungere una posizione che garantisca la disputa del post-season: non dovessero riuscirvi, l'importante sarà aver gettato le basi per un futuro roseo. 

In piena zona play-out c'è il Vitulazio del compianto presidente Cuccari: i rosanero sono a quota 17 punti ed erano partiti con ben altre ambizioni di classifica. Stesso discorso per Ponte '98 e Virtus Goti, rispettivamente a 16 e 15 punti: le due compagini sannite non sono abituate alle zone di bassa classifica e, specie per i giallorossi del presidente Fusco, il mercato ha portato diverse novità che potrebbero invertire la rotta.

Ci vorranno, invece, delle vere e proprie imprese per Vitulano, Teano e Aquile Rosanero Caserta per centrare la salvezza: 9, 8 e 6 sono i bottini di punti delle ultime tre compagini della classifica del girone A di Promozione. Il divario creatosi con le dirette avversarie non permette più passi falsi a nessuna delle tre squadre che, come già detto, sono chiamate ad uno sforzo extra per tentare una impresa chiamata "salvezza".

CLASSIFICA

Maurizio Morante